Una storia di famiglia

L' olandese VanDrie Group, con le sue 25 aziende, è leader mondiale nella produzione di carne di vitello: nonostante questo, si profila come un'azienda familiare con i valori del  buon padre di famiglia.
Questa la definizione del fondatore, Jan Van Drie, che sintetizza il modo di fare impresa del gruppo.

Jan Van Drie senior ci racconta: “... quest'azienda meravigliosa l'ho lasciata ai miei figli, che conoscono le proprie responsabilità. Li ho cresciuti nel rispetto dell'uomo, degli animali e della natura. Essere i più grandi al mondo comporta anche obblighi. Dobbiamo garantire che si produca in modo responsabile e che il prodotto sia sicuro e costantemente controllato. Non per niente il nostro marchio che riguarda il vitello a carne bianca riporta la dicitura Controlled Quality Veal e cioè Carne di Vitello di qualità controllata”.
Non sono solo parole, gli allevamenti VanDrie, infatti, sono costantemente controllati da un Ente esterno riconosciuto dalla Cee, Ente Garanzia Qualità Superiore Vitelli. L'azienda ha inoltre recentemente ricevuto il riconoscimento ufficiale dalla casa reale Olandese per la qualità del suo lavoro in tutti gli aspetti della catena produttiva .

Una carne olandese, una famiglia tradizionale, un imprenditoria socialmente responsabile, un paese all’avanguardia per rispetto della natura, dell’uomo e dell’animale.

www.vandriegroup.com

www.ekro.nl

 

Tender Beef: vitellone e scottona

Abbiamo da tempo una chiara separazione fra vitello a carne bianca e bovino adulto nelle categorie “vitellone”  e  “scottona” sia nell’aspetto che nel sapore. Con il TENDER BEEF vogliamo introdurre una nuova variante di giovane bovino che sia una combinazione delle migliori caratteristiche delle stesse. Una carne che avesse una propia identità: magra e tenera come il vitello a carne bianca ma con il caratteristico sapore del bovino giovane.

Il TENDER BEEF è nato da un idea della famiglia Van Drie. Esprime il risultato della collaborazione del gruppo Van Drie con gli allevatori delle vacche frisone della Frisia, regione nel nord dei Paesi Bassi. Questa splendida regione olandese conosce tradizionalmente allevamenti di vacche per la produzione del latte. Ogni anno per poter dare latte queste vacche devono partorire un vitello. Da qui l’idea di incrociare le nostre vacche frisone con una razza rustica con caratteristiche naturali di accrescimento come la Bianca Blu delle Fiandre.

Dopo una lunga selezione genetica abbiamo ottenuto un risultato rimarcabilmente diverso da tutte le altre carni che riassume tutte le caratteristiche migliori di sapore, tenerezza, succulenza, digeribilità e gradevolezza delle razze incrociate.

Questa carne deliziosa si puó degustare in due varianti: il VITELLONE e la SCOTTONA.

Questi i logo che indentificano la nostra carne.

Sicurezza alimentare

Safety Guard: il sistema di qualità integrato del VanDrie Group. Questo sistema di qualità garantisce la sicurezza dell’alimento e il benessere degli animali attraverso tutta la catena di produzione. Safety Guard si occupa anche dell’utilizzo responsabile di antibiotici e della gestione ambientale. La base del Safety Guard è l’ISO 22000, implementato in tutta la filiera del VanDrie Group. Il Safety Guard è strutturato in modo da rispondere alle esigenze degli acquirenti in tutto il mondo. IFS e BRC sono inclusi in Safety Guard. L’ossatura del Safety Guard è costituita dal sistema di tracciabilità applicato a tutta la catena produttiva. Alla base di ogni fase del processo produttivo, vi è il numero di identificazione dell’animale, il codice auricolare ID applicato nell’orecchio, che rimane inequivocabilmente legato all’animale ed alla carne. Anche nelle aziende di lavorazione della carne, ciascun pezzo di carne rimane identificato dal proprio codice ID, permettendo di risalire all’animale di provenienza. Anche per questo il VanDrie Group si distingue dagli altri produttori di carne di vitello.

SKV/IKB

Con Safety Guard il VanDrie Group soddisfa anche i requisiti di IKB. IKB significa controllo di catena unificato. In questo sistema di controllo di qualità indipendente nella catena produttiva valgono delle regole, come in merito all’utilizzo di farmaci e alla registrazione dei farmaci. Partecipando a IKB l’allevatore soddisfa anche i requisiti del regolamento igienico ufficiale UE. Il SKV controlla che vengano seguiti i dettami del IKB e che non sia infranto il divieto di utilizzo di promotori della crescita.

Il nuovissimo sistema di garanzia “VITELLO VITALE” (Vitaal Kalf) che rispetta la normativa ISO 17065 e riassume, migliora ed integra tutte le norme precedenti IKB in un unico sistema di controllo e monitoraggio che effettuato dalla SKV, ente semi-pubblico, garantisce la totale e rigida applicazione delle regole.

Il codice sul benessere animale

Per il benessere del vitello, è stato inserito in Safety Guard il Codice sul benessere degli animali. Lo scopo del Codice sul benessere degli animali è il rispetto delle cinque libertà dell’animale. Safety Guard gestisce l’applicazione del Codice sul benessere degli animali in tutte le fasi della catena produttiva. All’interno del VanDrie Group vengono istruiti decine di Animal Welfare Officers, che sorvegliano il benessere degli animali.  Il benessere degli animali infatti è tenuto in grande considerazione nel gruppo VanDrie ed esso costituisce anche l'argomento principale del nostro sistema di qualità certificato. Tutti i nostri collaboratori, i nostri fornitori di vitelli ed i nostri allevatori di bovini a contratto collaborano per la salute e il benessere di tutti i nostri animali. Gli animali vivono in gruppo per socializzare. Le stalle sono climatizzate, fornite di acqua potabile, di luce, e di tutti i comfort che vanno ben oltre le norme europee sul benenessere animale.

I nostri Tender Beef vengono allevati in gruppi ed alimentati con latte, integrato con fieno ed arricchito con un muesli di cereali vari. Alimentazione sana, ricca di fibre, di vitamine e minerali che si riflette nelle caratteristiche organolettiche del TENDER BEEF. Infatti, negli anni 80 il gruppo Van Drie è stato il primo a mettere in pratica l’allevamento di gruppo, e a distribuire ai vitelli anche foraggio oltre al latte. Insieme alla Protezione Animali olandese e all’università di Wageningen, il VanDrie Group è continuamente alla ricerca di nuovi miglioramenti per il benessere degli animali. Per esempio per i trasporti dei Tender Beef a è stato ideato Comfort Class. Nel vagone Comfort Class la temperatura è regolata su misura per gli animali giovani che hanno acqua e tutti i comfort durante il viaggio.

Testimonials

 

Lo chef olandese Ries Verburgt del ristorante De Schans in Monfoort ha avuto in Olanda la possibilità di testare questa carne come primo. Chef Verburg, oltre ad avere un BIB per il 2018 dalla Michelin,  aderisce a Euro Toques International la associazione fondata nel 1986 da una intuizione dello chef francese Paul Bocuse, insieme all’amico e collega Pierre Romeyer .

Il presidente della Commissione Europea, Jacques Delors, indicó e definì Euro-Toques come l’associazione per la difesa della qualità degli alimenti in ogni nazione.

Ries Verburgt dopo aver testato il TenderBeef la ha definita : “ ... una supercarne tenera come il burro!”

Il suo ristorante si trova nel cuore verde dell’Olanda. Ries ha uno stile innovativo e sorprendente che abbina una tecnica raffinata a prodotti stagionali e locali. Dice ancora dopo aver utilizzato nel suo ristorante svariati tagli di questa raffinata carne bovina: “...il TenderBeef abbina la tenerezza del vitello a carne bianca alla consistenza e sapore del bovino adulto.” .

 

Fabrizio Albini nasce a Brescia il 28 febbraio del 1976, come da tradizione si diploma presso la Scuola alberghiera di Gardone Riviera. Successivamente iniziano gli anni della cosiddetta “gavetta”, ovvero il periodo della formazione professionale dal 1993 al ‘96 le esperienze si susseguono fino al alla line del 1996 quando diventa il secondo chef al Ristorante Il Pastaio a Tel Aviv in Israele, prima esperienza lavorativa all’estero, dove ha anche insegnato come docente presso il “Ramada” catena Alberghiera 5* lusso internazionale.

Dal 2003 al 2005 diventa executive chef del Ristorante Epoca di Verolanuova (BS), del Sopravento Club B di Portocervo (Olbia) e del Ristorante Place Vendome di Milano.

 Un‘esperienza particolare è stata quella di lavorare nei mesi estivi del 2004 sullo yacht «Mariù Ltd» di Giorgio Armani. Successivamente cura l’apertura del Ristorante Le Fate Ignoranti e da marzo 2006 a aprile 2007 di trasferisce al Golf Hotel S. Andrea Montorfano (CO).

In questi anni svolge anche l’attività di consulente per Piaceri D’italia di Lecco, relativa all’utilizzo dei prodotti italiani di alta qualità in cucina e per l’organizzazione di catering con tali prodotti. E’ In questo contesto che incontra e ha la soddisfazione di cucinare per alcuni personaggi di fama internazionale come, l’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, come il Sultano del Brunei, Yamani ex presidente dell’OPEC, la famiglia Gheddafi e per il Principe Alberto di Monaco. Ed in seguito anche per altre personalità di spicco e per alcuni vip dello spettacolo e del mondo dello sport.

Nel 2002 è stato docente all’Arthob di Brescia, mentre il 24 ottobre del 2000 è risultato finalista al Bocuse D’Or, concorso mondiale per chef organizzato ad Ischia. Nel 2007 per alcuni mesi ha collaborato con l’istituto Alma di Parma e per Henri Chenot al Ristorante Albereta di Gualtiero Marchesi, per concludere a  dicembre 2007 con il Relais Franciacorta (Ristorante La Colombara).

Dal 2011 è chef executive del nuovissimo Ristorante Assapora di Parma poi dopo le esperienze presso la Cucina San Francesco del Cappuccini Resort di Cologne in provincia di Brescia ed al Cristallo Hotel Spa & Golf di Cortina d’Ampezzo (The Leading Hotels of the World) unico cinque stelle lusso a Cortina d'Ampezzo (Bl) è ora l'executive chef del ristorante The Stage – Replay a Milano.

Fra i maesti di Albini spiccano nomi di grande rilievo, come quelli di Vittorio Fusari, Davide Botta, Alessandro Cappotto e Gualtiero Marchesi.

Fabrizio Albini è anche membro della Compagnia degli Chef e dell'associazione Euro-Toques International.  


Ricette : Costoletta Milano, Ossobuco Milano-Palermo,.
 

Siciliano per eccellenza, classe 1983, lo Chef Peppe Cannistrà ha la cucina nel cuore da sempre, infatti ancora bambino si divertiva a giocare tra i fornelli insieme alla nonna. Ha fatto una importante e lunga gavetta nel mondo della ristorazione, lavorando in giro per l'Italia e innamorandosi delle tradizioni locali del nostro Paese. Tra i maestri di Peppe Cannistrà spiccano i nomi di Marco Parizzi e Ciccio Sultano. "Chef emergente" nel 2013, e oggi executive Chef e titolare, insieme a Ciccio Sultano, Chef bistellato della provincia di Ragusa, del ristorante "I Banchi" a Ragusa Ibla.


LA CUCINA

La cucina dello Chef Peppe Cannistrà, è una cucina fresca, frivola e istintiva. Alla base di tutto c'è uno studio attento della tradizione e della materia prima. Lo Chef ama definire la sua cucina "un ufficio creativo" in cui nascono le sue ricette che si nutrono dell'ispirazione del luogo. I colori e i profumi vengono sempre mescolati nei suoi piatti con    grande abilità al fine di esaltarne il gusto e tale da renderli indimenticabili.

Ricette : LE RICETTE DELLO CHEF PEPPE CANNISTRÀ

ULTIMI EVENTI

TIENI TRACCIA DEI NOSTRI EVENTI

Dove comprare il TENDER BEEF

Il Tender Beef può essere aquistato presso Agri. in. Zona instriale III° Fase Ragusa, viale 19.














info@ekro.nl

Ekro b.v, Laan van Malkenschoten 100 7333 NP Apeldoorn, PAESI BASSI